© 2018 by Grazia Paganuzzi - Proudly created with Wix.com

UNA PICCOLA VENEZIA NELL'AZZURRO: CHIOGGIA

Dal ponte Vigo, in bianca pietra, lo sguardo si immerge nell'azzurro della Laguna: è l'ultimo ponte del Canal Vena, a Chioggia, dove i bambini e le famigliole si siedono a riposare, mentre i candidi gabbiani, nelle giornate di mercato litigano per accaparrarsi un po' di pesce.
In un altro modo avrebbero litigato Chiozzotti e Veneziani nella commedia "Le Baruffe Chiozzotte" scritta da Carlo Goldoni.  Il grande commediografo veneziano la descrisse come  "una bella e ricca città..."con "un porto vivissimo e ben fortificato...", popolata da un "...ceto nobile, il civile, il mercantile ..." e "delle persone di merito e distinzione..."
Il Canale della Vena
Il ponte Vigo sulla Laguna
Apostolo, che ospita il ceppo su cui, secondo la tradizione, si sarebbe seduta Maria reggendo il Cristo morto, e S.Andrea, in stile romanico, che si affaccia sul corso con la Torre dell'Orologio dell'XI°-XII°sec.,  di difesa e avvistamento militare. Al suo interno sono ospitati l'orologio più antico del mondo, di Giovanni Dondi dell'Orologio, e una Crocifissione di Palma il Vecchio. Altri interessanti affreschi del 1500 si trovano nella chiesa della SS.Trinità.
Una particolare attenzione si deve poi a S.Domenico, che si affaccia sul canale omonimo e sull'azzurro della Laguna.
Risalente al XIII° sec., al suo interno si presenta ad una singola navata, con un presbiterio e alcune cappelle laterali. Dietro l'altare si trova il famoso Crocifisso che ,
Al suo centro storico si accede attraverso porta Garibaldi,costruita attorno al 1300.
Sorta su isolotti collegati alla terraferma da alcune strade, è ricca di antichi palazzi e chiese, che si affacciano su corso del Popolo, la via principale che la divide in due, sotto i cui portici è piacevole passeggiare tra negozietti e locali di ristoro. Suo simbolo è il Leone Marciano, che troneggia su una colonna di ponte Vigo, soprannominato dai Veneziani "El Gato", perchè più piccolo del Leone di Venezia, e per questo causa delle celebri "Baruffe..."
Tra le belle chiese si distingue in primo luogo la Cattedrale di S.Maria Assunta, da cui prende nome la porta S.Maria, che funge da accesso meridionale alla città. Qui si trovano anche la Basilica di S.Giacomo 
palazzo veneziano 
per uno strano effetto ottico,pare guardare il visitatore da qualsiasi lato si trovi.
Secondo la leggenda sarebbe arrivato dal mare. Vi sono ospitati anche due interessanti dipinti, S.Paolo stigmatizzato, di Carpaccio, e il Crocifisso che parla a S.Tommaso , del Tintoretto.
Il profumo della laguna e i suoi riflessi accompagnano la bellezza dei palazzi che vi si specchiano, ricamati di bifore e trifore in stile gotico veneziano. Così  tutto si trasforma in un gioco di luci nell'azzurro, che si infiammano con il calar della sera...
Testo e foto di 
Grazia Paganuzzi
Heading 5
Heading 6
 Canale Vena illuminato 
  • Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Pinterest
  • Tumblr Social Icon
  • Instagram
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now