logo.png
La Torre di Verona che svetta sempre più in alto...:la Torre dei Lamberti
Dall'alto della cima della torre si abbraccia la  la vista sconfinata a 360 °dei tetti di Verona circondati dalle dolci colline , disegnati dalla curva dell'azzurro del fiume, l'Adige, che la attraversa.
La Torre dei Lamberti si affaccia sulla celebre piazza delle Erbe, l'antico Foro Romano, e fu voluta dalla famiglia dei Lamberti, coi suoi 84 metri di altezza che ne fanno il monumento più alto di Verona. Fu costruita nel 1172 nel tipico stile romanico dell'epoca, in mattoni alternati al tufo.
In seguito fu inserita nel palazzo del Consiglio ai tempi dei liberi Comuni, e dotata, nel 1295, di due campane , il Rengo e la Marangona, così da venire chiamata la "Torre delle Campane". Nel 1400 subì interessanti restauri, tra cui l'innalzamento della torre e la edificazione della cella campanaria ottagonale in mattoni e marmo bianco.
Un orologio fu inserito invece nel 1779 per sostituire il precedente che non funzionava.Delle  quattro campane , le due più importanti erano il Rengo, la maggiore, che quando suonava, convocava l'Arengo, ossia il Consiglio Comunale e per la chiamata alle Armi la più piccola, invece, detta Marangona.
Verona, la torre dei Lamberti.jpg
Torre dei Lamberti e Palazzo del Consiglio
Veerona, torre dei Lamberti con l'orolog
La Torre con l'orologio del 1700
dal dialetto veronese, marangon, ossia falegname, che asvvisava la popolazione dei pericoli di incendio e scandiva  le ore per tutta la città. Alla fine del Settecento infine, vennero aggiunte altre duecampane minori, la Campana Minore e la Rabbiosa, che si trovano al di sopra della terrazza.
La storia della torre è percorsa anche da alcuni fatti curiosi, soprattutto in epoca veneziana.
Ad es., nel 1403 un fulmine abbattè la cima della torre , che solo nel 1448 cominciò ad essere restaurata.
Nel 1406 invece i campanari supplicarono il governatore veneziano (Verona di recente era passata sotto il dominio della Serenissima), perchè mantenesse i loro privilegi, che furono confermati. Nel 1557 i Bonaventura rifusero il Rengo, il cui suono si sente ancora adesso.
Alcune strane vicende coinvolsero la storia della Torre e la famiglia Tanara che aveva respinto due campanari. Proprio una signora anziana della famiglia fu incenerita da un fulmine mentre stendeva della biancheria ad una finestra della torre. All'opposto una giovane cadde dalla stessa finestra senza farsi alcun male, così cominciò a infittirsi un alone di mistero intorno alla torre dei Lamberti...
La rifusione delle campane nell'800 formò un composto armonico detto di "Quattro bronzi a salto"come si usava in epoca barocca, che all'inizio del Novecento furono affidati ai campanari di S.Anastasia. Nel 4 novembre 1918 fu Rengo che suonò a festa annunciando l'Armistizio con l'Austria, ossia la fine della Prima Guerra Mondiale.
Abbracciare l'incanto di Verona dall'alto della torre è infine lo spettacolo più impagabile.
Testo e Foto di
Grazia Paganuzzi
  • Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Pinterest
  • Tumblr Social Icon
  • Instagram