© 2018 by Grazia Paganuzzi - Proudly created with Wix.com

Pavia,ricca di millenni...

Millenni di storia e innumerevoli monumenti d'arte sono racchiusi in Pavia, antichissima città universitaria dal 1361, e capitale dei longobardi.
Quando si giunge al  Castello Visconteo  si rimane conquistati dall'imponente mole a pianta quadrata con fossato, immersa nel vasto parco.
Dalle belle decorazioni in cotto sulle facciate del castello si passa all'interno, un ampio chiostro, dove sono ospitate la Pinacoteca Civica di Arte Moderna e quella Medioevale., mentre nelle Scuderie vengono allestite mostre temporanee.
Pavia conserva tuttora l'antica impostazione romana, con il cardo e il decumano. Avviandosi lungo Corso Garibaldi si fiancheggia l'antica università dalla facciata candida e i bei chiostri, finchè si raggiunge la bella piazza della Vittoria
Il Castello Visconteo
                            L'Università
su cui si affaccia il palazzo del Broletto dall'elegante facciata porticata con doppio colonnato.
Dall'alto spunta l'imponente cupola del Duomo. Dedicata a S.Maria Assunta e a S.Stefano, la basilica caratterizzata da una pianta a croce greca, fu ordinata dal vescovo Ascanio Maria Sforza Visconti nel 1488 e completata solo alla fine dell'Ottocento.
Il capolavoro più mirabile di Pavia è S.Pietro in Ciel D'Oro, sorto nel VII° sec. ad opera dei monaci di San Colombano. Ricostruita dopo un terremoto nel 1117, è una delle basiliche romaniche più spaziose. La facciata è decorata con piastrelle in maiolica, mentre all'interno, in cotto, si trova la tomba del re 
longobardo Liutprando, oltre alle reliquie di S.Agostino, conservate nella famosa Arca che ne prende il nome.
L'Arca fu realizzata dai Maestri Campionesi nel 1362 ed ornata di innumerevoli statue e bassorilievi. Anche Dante Alighieri celebrò la bellezza di S.Pietro nel X° Canto del Paradiso della Divina Commedia, come rivelano i versi: "Lo corpo ond'ella fu cacciata giace/giuso in Ciel D'Auro...", riferendosi a Severino Boezio, giustiziato con l'accusa di tradimento.
Tuttavia il monumento medioevale più famoso di Pavia è la Basilica di S.Michele Maggiore, in sile romanico lombardo, che nei secoli ospitò alcune tra le più importanti cerimonie storiche, come l'incoronazione di Federico Barbarossa nel 1155.
Palazzo del Broletto
Proseguendo per il corso, la strada comincia ad andare in discesa fino a quando ci si trova davanti ai riflessi delle acque del Ticino e all'omonimo borgo, dal celebre Ponte Coperto e le variopinte casette dei pescatori.
Le popolano trattorie e belle case di campagna. All'esterno delle abitazioni alcune targhette indicano il limite raggiunto dall'acqua durante le numerose  piene del fiume, mentre una statua di bronzo rievoca il duro lavoro delle lavandaie.
Le barche ormeggiate sulla riva e le casette colorate sullo sfondo formano una cornice suggestiva alle acque turbolente del fiume, sorvolate da candidi gabbiani...
GALLERY
Il ponte Coperto
La prima domenica del mese di fianco al castello si può trovare ogni genere di oggetti antichi, piccoli e grandi: dai soprammobili e servizi per la casa a mobili di autentico valore, nel Mercatino dell'Antiquariato.
Testo e foto di
Grazia Paganuzzi
                       Borgo 
                      Ticino
  • Facebook
  • Twitter
  • YouTube
  • Pinterest
  • Tumblr Social Icon
  • Instagram
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now